Conoscere il mercato sul quale si opera è indispensabile, sei d’accordo?

Perché, oggi più che mai, conoscere il mercato sul quale opera la tua azienda è di fondamentale importanza?

Quali sono i trend e gli strumenti da tenere sott’occhio?

 

Di recente ci è capitato di lavorare con un’azienda di trasporti il cui General Manager lamentava un forte calo del volume d’affari; “sapete, c’è la crisi”, ci è stato detto.

Noi avevamo, prima del meeting, condotto un’analisi del mercato e allora abbiamo chiesto al cliente se era al corrente di alcuni trend. Sapeva che, sebbene il mercato nazionale abbia attraversato una lunga fase di flessione, oggi si registra una crescita per via, soprattutto, dell’aumento dell’export? Sapeva cheil numero delle immatricolazioni di veicoli pesanti è cresciuto del +30.6%?

Che fine fanno queste migliaia di nuovi camion? Facile, entrano a far parte del parco veicoli di medio-grandi gruppi che assorbono le aziende più piccole e partecipano alla spartizione di un mercato del valore annuo di 45 miliardi di euro!!!

Vi sembrano dati che descrivono un mercato in crisi? Noi siamo certi che il nostro cliente non avrà problemi a trovare delle occasioni di crescita; gli basterà conoscere il mercato, cogliere i trend e confrontarsi quotidianamente con i propri concorrenti alla ricerca di best practice da imitare.

Allarghiamo gli orizzonti; qual è oggi la più grande rivoluzione che interessa l’intero mercato globale?

Da qualche anno si parla di Industria 4.0 e di Business Intelligence. Sono entrambi concetti che afferiscono alla digitalizzazione/automazione dei processi produttivi e alla crescente necessità di dati. L’imperativo è diventato il prendere decisioni strategiche sulla base di informazioni precise, aggiornate e significative.

 

Di seguito trovi l’elenco di alcune fonti dalle quali puoi estrapolare importanti informazioni per il tuo business.

2(4)

Report linkerwww.reportlinker.com

Questo sito offre report dettagliati su più di 5 mila settori, raccogliendo così 24 milioni di statistiche prodotte sulla base di 10 mila fonti qualificate.

1(2)

Starnetwww.starnet.unioncamere.it

Il portale della rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio offre interessanti studi.

Di seguito alcune delle statistiche prodotte:

– analisi congiunturali: forniscono previsioni economiche mirate per i vari settori e comparti produttivi;

– analisi settoriali, di solito trimestrali, che riguardano i singoli settori economici, oltre che tipologie di imprese di crescente importanza per l’economia italiana;

– servizi di osservazione delle dinamiche territoriali, che monitorano il trend economico dei vari settori nei singoli contesti locali.4(3)Eurostatwww.ec.europa.eu/eurostat

Fonte inesauribile di statistiche riguardanti l’intera area comunitaria dalle quali trarre dati aggregati di grande valore.

Di seguito le macro aree di indagine:

economia e finanza – industria, commercio e servizi – commercio internazionale – popolazione e condizioni sociali – trasporti – ambiente ed energia – scienza e tecnologia.3(6)Cervedwww.cerved.com

Cerved è il più grande Information Provider in Italia e una delle principali agenzie di rating in Europa. Grazie a un database di 6.000.000 aziende, fornisce statistiche riguardanti 600 settori e micro settori.5(7)Confcommerciowww.confcommercio.it

Il portale della Confcommercio offre alcune statistiche davvero interessanti.

Alcune di carattere generale: ad esempio l’indicatore dei Consumi Confcommercio trimestrale.

Altre legate a singoli settori: ad esempio charts e note di aggiornamento sui problemi e le prospettive della logistica in Italia.

2(4)

Associazioni di categoria

La quasi totalità delle associazioni di categoria diffondono periodicamente statistiche di settore. Quale che sia il tuo settore, puoi trovare importanti informazioni consultando il sito dell’associazione di categoria della quale fai parte.

Per il settore della meccanica, ad esempio, queste sono alcune delle fonti da tenere sott’occhio:

 

Ufficio studi ANIMAwww.anima.it/contenuti/5/studi-settoriali

Queste principali attività svolte:

– indagine congiunturale semestrale;

– indagine qualitativa trimestrale;

– osservatorio andamento costi delle materie prime;

– indagini di mercato settoriali;

– monitoraggio dei flussi del commercio estero;

– progetti con università ed enti di ricerca.

 

Federmeccanicawww.federmeccanica.it

Questi i principali studi di settore realizzati:

– l’industria metalmeccanica in cifre;

– indagine sul lavoro nell’industria metalmeccanica;

– la congiuntura dell’industria metalmeccanica;

– prezzi alla produzione.

 

Bene, ora tutti a studiare! :)